Fase 2 della quarantena: siamo veramente pronti?

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Aria Spa
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti
sanificazione fase 2

Fase 2 della quarantena coronavirus: siamo pronti al 4 maggio?

Se è stato complicato finora gestire quarantena, lavoro, famiglia, mascherine, guanti, distanza di sicurezza.. prepariamoci, perchè il futuro sarà ben più complesso.

Tornare a far funzionare la società con una nuova serie di regole che prima non esistevano è la sfida della FASE 2.

Cosa succederà a maggio?

Nessuno lo sa con certezza. Troppi dubbi ancora e troppi numeri che non tornano sul numero di contagi.

Secondo le indiscrezioni del Corriere la fase 2 inizierà entro il 4 maggio, seguendo il periodo di lockdown con uno di transizione verso la normalità.

Ma c’è chi sostiene che è troppo presto, come il GIMBE che, basandosi sui numeri, auspica invece un ritorno alla socialità solo a fine maggio.

Una delle poche certezze?
La Sanificazione dell’ambiente di lavoro

Permetteteci una piccola nota sarcastica: è servita la pandemia del coronavirus per far rispettare la legge sulle sanificazioni.

La sanificazione è importantissima per la tutela della salute delle persone. Noi di Aria SpA ci occupiamo da vent’anni di qualità dell’aria, rispettando leggi, linee guida e norme tecniche.

Con il DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020, n. 18  il governo ha riconosciuto per il periodo d’imposta 2020, un credito d’imposta nella misura del 50 per cento delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro.

credito_imposta_50_percento_sanificazione

Non dimentichiamo che la sanificazione è obbligatoria soprattutto in caso di positività conclamata al coronavirus [vedi articolo]

Esprimi il tuo commento, per noi è importante!!!