Manutenzione impianti


PUBBLICAZIONI
uni-en UNI EN ISO 16890: Filtri d’aria per ventilazione generale – in italiano le parti 1, 3 e 4

UNI EN ISO 16890-1:2017

Filtri d’aria per ventilazione generale – Parte 1: Specifiche tecniche, requisiti e sistema di classificazione dell’efficienza basato sul particolato (ePM)

UNI EN ISO 16890-2:2017

Filtri d’aria per ventilazione generale – Parte 2: Misurazione dell’efficienza spettrale e della resistenza al flusso d’aria

UNI EN ISO 16890-3:2017

Filtri d’aria per ventilazione generale – Parte 3: Determinazione dell’efficienza gravimetrica e della resistenza al flusso d’aria in funzione della quantità di polvere di prova trattenuta

UNI EN ISO 16890-4:2017

Filtri d’aria per ventilazione generale – Parte 4: Metodo di condizionamento per determinare l’efficienza spettrale minima di prova

uni-en UNI 10749: pubblicate le parti da 1 a 6 sulla gestione dei materiali per la manutenzione

La commissione tecnica Manutenzione ha pubblicato le norme UNI 10749, dalla parte 1 alla parte 6: esse forniscono una guida per la gestione dei materiali per la manutenzione.

La UNI 10749-1 illustra gli aspetti generali nella gestione dei materiali per la manutenzione e fornisce alcuni esempi sulla collocazione della funzione “gestione dei materiali tecnici” in un organigramma aziendale e i suoi possibili collegamenti con altre funzioni, al fine di orientare ad una scelta.

La UNI 10749-2 fornisce dei criteri di classificazione, codifica e unificazione al fine di permettere dei raggruppamenti omogenei di oggetti o entità e l’analisi degli stessi.

La UNI 10749-3 fornisce una guida sui criteri per la selezione dei materiali tecnici da gestire per la manutenzione ed illustra i fattori interni ed esterni che influenzano tali criteri.

La UNI 10749-4 fornisce indicazioni sui criteri di gestione dei materiali tecnici per la manutenzione e i metodi che possono essere utilizzati per la definizione dei parametri gestionali che contribuiscono a determinare la consistenza delle giacenze.

La UNI 10749-5 fornisce una guida per l’approvvigionamento, controllo e collaudo dei materiali tecnici per la manutenzione.

La UNI 10749-6 fornisce indicazioni sui metodi e i criteri che possono essere utilizzati per la determinazione dei valori unitari di carico, scarico e giacenza dei materiali a magazzino.

La serie della UNI 10749, parti da 1 a 6, del 2017 ritira e sostituisce la serie del 2003.

enea LA CLIMATIZZAZIONE DEGLI AMBIENTI – Guida per l’esercizio, controllo e manutenzione degli impianti termici

Una nota per ricordare alcune semplici regole per la corretta manutenzione ai fini della sicurezza, per la contabilizzazione del calore e per risparmiare sulla bolletta ed evitare sprechi di energia o multe per non aver rispettato le previsioni di legge.

uni-en UNI EN 13269:2016 Manutenzione – Linee guida per la preparazione dei contratti di manutenzione

La presente norma offre una guida per la preparazione di contratti per lavori di manutenzione.
Può essere applicata a:
– rapporti tra società/assuntore di nazioni diverse e della stessa nazione;
– attività di manutenzione e tutti i servizi ad essa connessi inclusa la pianificazione, la gestione e il controllo dei lavori;
– qualsiasi componente, fatta eccezione per il software informatico, a meno che il software non debba essere gestito come parte integrante o unitamente all’apparecchiatura tecnica.
La norma:
– non fornisce moduli standard per contratti di manutenzione;
– non stabilisce diritti e obblighi tra società e assuntore;
– non fornisce regole per accordi con la pubblica amministrazione.

uni-en UNI EN15780:2011 Ventilazione degli edifici – Condotti – Pulizia dei sistemi di ventilazione.

La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN 15780 (edizione ottobre 2011). La norma si applica a sistemi di ventilazione e condizionamento sia nuovi sia esistenti e specifica i criteri di valutazione della pulizia e le procedure di pulizia di questi sistemi; la validazione dell’efficacia della pulizia si applica anche ai prodotti, conformi alle UNI EN 1505, UNI EN 1506, UNI EN 13053, UNI EN 13180 e UNI EN 13403, utilizzati in impianti di condizionamento e ventilazione di ambienti con presenza di persone.

La norma non si applica a impianti al servizio di processi industriali.

uni-en UNI EN 12097:2007 Ventilazione degli edifici – Rete delle condotte – Requisiti relativi ai componenti atti a facilitare la manutenzione delle reti delle condotte.

La presente norma è la versione ufficiale in lingua inglese della norma europea EN 12097 (edizione settembre 2006). La norma specifica i requisiti relativi a dimensioni, forma e criteri di collocazione delle botole di accesso per la pulizia e la manutenzione nei sistemi di reti delle condotte, conformi alla UNI EN 1505, UNI EN 1506 e UNI EN 13180.

repubblica italiana LINEE GUIDA PER LA DEFINIZIONE DI PROTOCOLLI TECNICI DI MANUTENZIONE PREDITTIVA DEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE (G.U. N.256 DEL 03/11/2006)

Indicazioni tecniche sulle manutenzioni degli impianti e la formazione del personale addetto. In appendice da anche una serie di indicazioni precise con le tempistiche per le varie attività di manutenzione: dal cambio filtri alla pulizia delle vasche di raccolta condensa, dalla bonifica delle condotte aria alle verifiche gravimetriche.
Accordo tra Ministero della Sanità, le Regioni e le Provincie autonome di Trento e Bolzano del 05/10/2006

repubblica italiana PROCEDURE OPERATIVE PER LA VALUTAZIONE E LA GESTIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL’IGIENE DEGLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO ARIA

Il 7 febbraio 2013 la CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCIE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO ha sancito l’accordo sul documento Procedura operativa per la valutazione e la gestione dei rischi correlati all’igiene degli impianti di trattamento aria.

Il documento fornisce le indicazioni pratiche per la valutazione e la gestione dei rischi correlati all’igiene degli impianti di trattamento aria e per la pianificazione degli interventi di manutenzione, ribadendo la necessità dell’istituzione di un registro degli interventi effettuati sull’impianto e fornisce una check-list delle verifiche oggetto dell’ispezione visiva che unitamente ad un modello di rapporto dei risultati dell’ispezione tecnica dovranno essere allegati al suddetto registro.

testo unico sicurezza TESTO UNICO SICUREZZA DLGS 81/2008

Il testo unico sicurezza (Dlgs 81/2008) richiede esplicitamente di effetTuare monitoraggi costanti e, nel caso in cui si ravvisassero situazioni di pericolo causate da presenza o ristagni di sostante chimiche, fisiche o biologiche potenzialmente dannose per la salute dei lavoratori, richiede l’immediata soluzione del problema attraverso bonifica degli impianti e delle apparecchiature che compongono il sistema aeraulico.

repubblica italiana MODELLI DI LIBRETTO DI IMPIANTO PER LA CLIMATIZZAZIONE E DI RAPPORTO DI EFFICIENZA ENERGETICA DI CUI AL DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA N. 74/2013 (G.U. 55 del 07/03/2014)

Nuovo modello di libretto di impianto per la climatizzazione e di rapporto di efficienza energetica obbligatorio a partire dal 1 giugno 2014.

repubblica italiana LINEE GUIDA PER LA TUTELA E LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NEGLI AMBIENTI CONFINATI (G.U. 276 del 27/11/2001)

Indicazioni in merito ad inquinanti e qualità dell’aria in ambiente indoor.
Accordo tra Ministero della Sanità, le Regioni e le Provincie autonome di Trento e Bolzano del 27/09/2001

ministero della salute LINEE GUIDA PER LA PREVENZIONE E IL CONTROLLO DELLA LEGIONELLOSI (Conferenza Stato-Regioni nella seduta del 7 maggio 2015 )

Le linee guida sono state aggiornate alla luce delle nuove conoscenze scientifiche, con l’ausilio tecnico-scientifico dell’Istituto Superiore di Sanità e di figure istituzionali esperte del settore. Indica l’importanza di tenere monitorato la situazione igienica e microbiologica degli impianti aeraulici. Inoltre al punto 7 riconosce come metodo consigliato per la bonifica delle condotte aria (pulizia e sanificazione) la sonda ad aria compressa che scrosta e distacca il particolato dalle superfici interne delle condotte aria e spinge il particolato scrostato verso l’aspiratore munito di 3 stadi di filtrazione di cui l’ultimo assoluto – metodologia adottata da Aria SpA.

repubblica italiana DPR 74/2013

Con il DPR 74/2013 sono state redatte nuove regole per gli impianti di climatizzazione invernale ed estiva. Regola l’esercizio, la conduzione, il controllo, la manutenzione e l’ispezione degli impianti termici come riscaldamento, condizionatori d’aria e scaldabagni.

Aria SpA declina ogni responsabilità per possibili errori od omissioni nella pubblicazione dei testi di legge, decreti e linee guida, nonché per eventuali danni derivanti dall’uso delle informazioni contenute nei testi riportati in queste pagine.
Si raccomanda, pertanto, di verificare sempre tali informazioni direttamente sulle fonti ufficiali.