NON APRITE QUEL CANALE

Una produzione Aria SpA.

La qualità dell’aria indoor resta una tra le problematiche più trascurate e meno approfondite rispetto ad altre rientranti nell’ambito della sicurezza sul lavoro.

Fatto alquanto strano perché è risaputo che una migliore qualità dell’aria presenta un impatto positivo sulla salute.

Read more ...

Focus: ricambio aria sale fumatori

ricambio aria sale fumatori

Volendo destinare un ambiente del proprio locale/attività a sale fumatori, bisogna provvedere, tra le varie cose, all’installazione di un idoneo impianto di ricambio dell’aria.

Idoneo perchè il ricambio aria sale fumatori deve avere delle specifiche caratteristiche tecniche e certificazioni.

Legge 16/01/2003 n. 3 e D.P.C.M. del 23/12/2003

La legge 16/01/2003 n. 3 (tutela della salute dei non fumatori) ed il D.P.C.M. del 23/12/2003, stabiliscono i requisiti tecnici minimi dei locali riservati ai fumatori e dei relativi impianti di ventilazione e ricambio d’aria.

Read more ...

Speciale ottobre: valvole di non ritorno aria

Non perdetevi lo speciale di ottobre sulle Valvole di non ritorno aria!

Seguite il sito del nostro brand Arieggiare:

Filtrazione dell’aria: aggiornamenti normativi, riduzione del Total Cost of Ownership e valutazione del rischio

seminario filtrazione aria e valutazione del rischio

Seminario formativo “Filtrazione dell’aria: aggiornamenti normativi, riduzione del Total Cost of Ownership e valutazione del rischio”.

Udine – 11 ottobre 2019

L’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Udine in cooperazione con la Commissioni Ambiente e Territorio e la Commissione Energia ed Impianti e con il contributo incondizionato di CAMFIL SPA, organizza questo seminario formativo che darà diritto a 4 CFP per gli iscritti agli Ordini degli Ingegneri.

Valutazione rischio incendio nei ristoranti: le linee guida europee

Valutazione rischio incendio nei ristoranti

Prima che un ristorante inizi la propria attività è necessario procedere ad una valutazione del rischio di incendio, in modo conforme alla normativa nazionale.

Bisogna considerare per esempio:

  • l’identificazione dei materiali combustibili presenti e la loro minimizzazione;
  • la stima del numero del personale e dei visitatori che potrebbero essere presenti;
  • la previsione di come le persone presenti potrebbero reagire. questo dipende dal consumo di alcool o da qualsiasi tipo di disabilità temporanea o permanente che essi possano avere;
  • la valutazione dell’adeguatezza delle misure di protezione antincendio presenti.

Read more ...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: