le 5 fasi della valutazione dei rischi

Il portale puntosicuro.it offre quotidianamente articoli molto interessanti sulla sicurezza sul lavoro. Essendo noi di Aria SpA “paladini” della sicurezza e della salute sul lavoro, lo consultiamo sempre volentieri.

Oggi vorremmo soffermarci sull’articolo “Pillole di sicurezza: le fasi della valutazione dei rischi“.

1 – Individuazione e registrazione dei pericoli

È necessario individuare tutti i possibili pericoli connessi all’attività e valutare i seguenti fattori:

  • fattore umano
  • attrezzature
  • ambiente
  • prodotto
  • organizzazione

Per quanto riguarda gli impianti aeraulici, questa è la fase di ISPEZIONE PRELIMINARE dove si acquisiscono dati e informazioni di base sull’edificio legate al layout impiantistico e al contesto in cui si trova installato l’impianto.

valutazione dei rischi metodo aria

2 – Valutazione dei pericoli per determinare il livello di rischio

In questa fase si andranno a valutare i pericoli per determinare il livello di rischio, che dipende ovviamente da diversi fattori:

  • probabilità che il pericolo si verifichi;
  • gravità degli effetti dopo che il pericolo si è verificato;
  • frequenza e durata dell’esposizione al pericolo.

3 – Individuazione delle misure di prevenzione e protezione

E’ il momento di individuare le misure da adottare per ridurre quanto più possibile il rischio tenendo presenti i principi generali della prevenzione: attenuazione dei rischi, riduzione al minimo dell’errore umano e sorveglianza sanitaria.

Per gli impianti aeraulici, secondo il nostro metodo operativo A.R.I.A. (Assegnazione Rischi Impianti Aeraulici) qui racchiudiamo l’ispezione visiva e l’ispezione tecnica per valutare lo stato igienico dell’impianto e capire le misure da adottare.

4 – Attuazione delle misure

E’ fondamentale applicare le misure da adottare per la salvaguardia della sicurezza sul lavoro, verificarne poi l’efficacia nel tempo stabilendo un calendario per il loro completamento.

5 – Monitoraggio e revisione

Ovviamente non è possibile eliminare tutti i rischi, ma possiamo tenerli sotto controllo. Il rischio “residuo” è quello rimane dopo l’adozione di misure di controllo appropriate che vanno valutate nuovamente alla luce di nuove circostanze.

Il metodo operativo A.R.I.A. per la valutazione dei rischi degli impianti aeraulici cerca di limitare al massimo il grado di soggettività del valutatore e quindi di adempiere nel miglior modo possibile agli obblighi di legge (Dlgs 81/2008 alleg IV).

La salute e la sicurezza non sono un optional.

Fonte: puntosicuro.it